Tu cosa sei?

Si avvicinano i giorni della raccolta delle olive. Questo mi ha fatto pensare a una questione posta quest’estate: “Ma se tu dovessi rappresentarti, “innestandoti” con un oggetto, un animale, una pianta… cosa saresti?”. Ci ho pensato solo un po’, ma la risposta era lì: io sono un ulivo. Così, su due piedi non l’ho saputo giustificare. Era solo una cosa che sentivo. Ma a pensarci meglio è un albero che fa parte della mia vita, per tante e diverse ragioni. Cresce nei luoghi che amo, è nei quadri di mio nonno, ne ho abbracciato il tronco. Adoro stare là dove crescono a Sud Est, in mezzo alla terra rossa, e vederli sfilare davanti al mio sguardo. Odio vederli portati qui, a soffrire nei vivai lungo le strade provinciali del Nord Est. Ci sono tanti altri motivi, e per ognuno di essi c’è una storia da raccontare… Alla fine sono usciti diversi schizzi da quella domanda. Tra cui questo, che se ne sta in mezzo al caos del mio sketchbook, e non è stato usato per il definitivo. Ma, non so perché, mi sta simpatico.